Skip to Content

Packagingspace
Approfondimenti

Il vino italiano protagonista sui mercati stranieri


Nel 2011 le vendite del vino all’estero hanno superato 4,4 miliardi di euro, +12,4% rispetto al 2010. Al primo posto gli USA, con un volume d’affari che sfiora un miliardo.
In crescita gli scambi con Cina, Nigeria, Hong Kong e Sud Africa


vino_1

Le vendite di vino italiano all’estero hanno superato nel 2011 quota 4,4 miliardi di euro, con un incremento del +12,4% rispetto al 2010. Stesso andamento anche per quanto riguarda i volumi, che hanno raggiunto 23,5 milioni di ettolitri (+9,4% rispetto al 2010).
A trainare le vendite oltre confine sono soprattutto i Paesi terzi, che hanno superato la soglia dei 2 miliardi di euro (+13,6%) contro i 2,34 miliardi di euro (+11,4%) della quota di vini destinati al mercato europeo.
Il primo mercato in valore, con un volume d’affari di 948 milioni di euro, restano gli Stati Uniti mentre la Germania mantiene il primato del mercato in termini di volume, con oltre 689 milioni di litri importati dalla sola Italia. I nuovi mercati si confermano essere quelli a maggiore tasso di
crescita della domanda dei vini italiani. Incrementi straordinari, infatti, derivano dagli scambi con Cina (+64,5% in valore), Nigeria (47,1%), Hong Kong (44,4%), Sud Africa (+37,2%) e Giappone (+18,6) dove negli ultimi 3 anni si è investito molto in promozione grazie ai cofinanziamenti stanziati dalla Comunità Europea e del MiPAAF a sostegno delle imprese europee ed italiane.
Lo stesso vale per Stati Uniti (+14,6%) e Russia (+13,9%) che confermano il loro trend positivo iniziato nel 2010. Tra i Paesi dell’area euro, il principale incremento è quello della Francia (+25,7%), seguita a distanza dalla Germania (+8,2%)”.
Fonte: Fedagri – Confcooperative